Mountain Yoga Trail Bad Kleinkirchheim

Il 1° Sentiero di yoga in montagna della Carinzia a quasi 2.000 metri sul livello del mare

Namasté...

… un’antica espressione che significa „La luce divina che è in me onora la luce divina che è in te“ ed è usata come saluto tra gli yogi. Lo yoga, infatti, è molto di più di una semplice ginnastica: è un‘antica filosofia indiana che si pone l‘obiettivo di collegare mente e corpo.

Come funziona lo Yoga?

Attraverso esercizi fisici e di meditazione attiverai i diversi centri energetici del tuo corpo e li riporterai al giusto equilibrio. Questo ti farà sentire più concentrato, rilassato ed in armonia.

Lungo il nostro Yoga Mountain Yoga Trail potrai praticare le diverse posizioni (asana) in un paesaggio naturale mozzafiato: respirando i profumi del bosco, riempiendo gli occhi con le meraviglie della natura. Il sentiero ti condurrà alla scoperta del Parco della Biosfera dei monti Nockberge e a riscoprire te stesso! Ti auguriamo un buon viaggio!

Chakra?

È questo il nome dei centri energetici che si trovano sul nostro corpo. È una parola della lingua sanscrita (la lingua sacra dell‘India) e significa ruota, cerchio. I chakra sono importanti canali energetici che collegano il corpo e la mente. Secondo gli insegnamenti tradizionali dello yoga, un loro squilibrio si manifesterebbe con disturbi fisici o psicologici. Qui troverai una breve panoramica sui sette chakra principali...

Una panoramica.

Qui puoi trovare delle informazioni di base. Qui puoi seguenti ci sono istruzioni dettagliate per le rispettive stazioni e gli esercizi.

Inizieremo sino dal punto di partenza. Sfrutta il cammino che conduce alla seconda stazione per sviluppare consapevolezza del momento presente. Conta fino a tre quando inspiri, trattieni brevemente il respiro e conta fino a sei quando espiri.  Benvenuto nel qui ed ora!

 

 

Station
2

Trova te stesso e ricongiungiti con il tuo Io, con ciò che ti circonda, con tutte le persone e con l‘intero universo. Questo esercizio ti aiuterà ad essere più concentrato e attento. Svegliati e senti l‘energia della terra sotto i tuoi piedi.
Prithvi Mudra

Energia: Terra
Mantra: LAM
Compito: Sicurezza materiali


Posizione della montagna I

Tadsana I

Posiziona i piedi alla stessa larghezza delle anche, paralleli l‘uno all‘altro. La parte superiore della testa deve essere sollevata in modo che il corpo sia in posizione eretta. Tieni le braccia lungo il corpo, con i palmi delle mani rivolti verso il corpo. Ora rivolgi la tua attenzione alle piante dei piedi..

 

Posizione della montagna II

Tadsana II

Come praticante avanzato puoi anche continuare con Tadasana I. Attiva il pavimento pelvico, ruota il coccige, allunga il collo e lascia che il mento affondi leggermente. In questo modo l‘energia scorrerà su e giù per la colonna vertebrale.

 

 

 

 

 

Station
3

Ora che sei entrato nello spirito dello yoga, in questa stazione rivitalizzerai il tuo corpo e la tua mente. I due asana proposti rafforzano il chakra della radice e aprono la parte superiore del corpo. La seconda opzione – Utkatasana – allena anche il tuo equilibrio e la resistenza.


Posizione della montagna estesa

Urdhva Hastasana

Assumi la posizione della montagna. Alla prossima inspirazione, estendi le braccia verso l‘alto. La testa si troverà tra le braccia e i palmi delle mani saranno rivolti l’uno verso l’altro. Ora sei nella posizione di partenza per il prossimo esercizio. Mantieni la posizione, inspira ed espira profondamente. O fai un passo in più e assumi la posizione Utkatasana.

 

Posizione della sedia

Utkatasana

Un’opzione più impegnativa. Dalla posizione della montagna estesa, piega le gambe fino a quando le cosce sono quasi parallele al suolo. Metti il peso sui talloni e assicurati che le ginocchia rimangano dietro le dita dei piedi. Il tuo sguardo è rivolto in avanti. Dopo cinque respiri, torna lentamente alla posizione della montagna Tadasana abbassando le braccia e allungando le gambe. Goditi questo momento di benessere!

 

 

 

 

Station
4

Questo asana attiva il tuo chakra sacrale. Allunga i muscoli posteriori delle gambe, i glutei e la schiena. Stimola anche la circolazione del sangue nel cervello e regola la pressione sanguigna. Pertanto questo asana ha un effetto particolarmente calmante e rilassante.


Pinza in piedi I

Uttanasana I

In piedi, con le gambe larghe ed estese. Alla prossima espirazione, piega il busto in avanti verso l‘albero. Puoi prenderlo tra le mani o passare alla seconda opzione. Assicurati che la schiena rimanga sempre dritta.

 

Pinza in piedi II

Uttanasana II

Da questa opzione, basta appoggiare le mani a terra o, se vuoi, abbracciare le gambe. Ora lascia la testa penzolare e fai un respiro profondo. Per uscire dalla posizione, raddrizza la schiena e porta le braccia ai lati.

 

 

 

 

Station
5

Questo esercizio è considerato il top tra gli asana, poiché attiva tutti i chakra allo stesso tempo. Il Trikonasana rafforza la muscolatura delle gambe, allunga i lati del corpo, apre il petto e dà spazio alla colonna vertebrale. Un vero e proprio toccasana per tutte le parti del corpo.


Triangolo I

Trikonasana I

I piedi sono leggermente più larghi dei fianchi e paralleli l’uno all’altro. Stendi le braccia al cielo e incrocia le mani. Ora inclina il busto verso destra e metti il peso sulla gamba sinistra. Fai qualche respiro profondo prima di ripetere la posizione dall‘altra parte. Troppo facile? Allora prova Trikonasana II.

 

Triangolo II

Trikonasana I

Divarica le gambe e gira il piede destro di 90° verso l’esterno. Porta le braccia parallele al pavimento con i palmi delle mani rivolti verso il basso. Inspira ed estendi il braccio destro e la parte superiore del corpo verso destra. Lascia poi affondare il braccio destro mentre allunghi il braccio sinistro verso l’alto. Lo sguardo segue la mano sinistra o è diretto verso terra – è importante che il busto sia rivolto verso il cielo e che le braccia rimangano allineate. Fai qualche respiro prima di alzarti di nuovo e cambiare lato!

 

 

 

 

Station
6

Questo asana, per prima cosa, apre il plesso solare. Sono però molti i muscoli coinvolti per mantenere la posizione: cosce, glutei, braccia, schiena, petto e muscoli addominali. È vero che questo esercizio richiede un po‘ di forza, ma dà forza al corpo.
Prithvi Mudra

Energia: Terra
Mantra: RAM
Compito: Potenza


Posizione della panca sugli avambracci

Phalakasana

Mettiti a quattro zampe, cioè in ginocchio e con le mani a terra. Ora poggiati sugli avambracci e distendi una gamba dopo l’altra all’indietro, in modo che il corpo formi una linea retta. Fai attenzione a che il tuo corpo non si curvi. Quando ti senti stabile, guarda il pavimento e fai 10 respiri profondi. Riesci a farne di più?

 

Vasishthasana

Vasisthasana

La posizione di partenza per questo asana è un classico piegamento. Sposta quindi il peso sul braccio destro, metti il piede sinistro sul destro in modo che le gambe siano una sopra l‘altra. Riesci a sentire la tensione? Cerca di mantenere stabile il busto con il braccio sinistro, creando una linea che punta verso l‘alto. Lo sguardo può seguire questa linea o andare dritto. Cambia poi lato!

 

 

 

Station
7

Cuore a cuore con l’albero che si trova davanti te, questo asana apre il chakra del cuore, ma non solo: braccia e spalle sono rinforzate, il petto si apre e l‘inguine è allungato. Questo significa anche stabilità per la tua mente: coraggio e fiducia in te stesso per affrontare la stressante vita quotidiana.
Prithvi Mudra

Energia: Terra
Mantra: YAM
Compito: Sicurezza


Guerriero I

Virabhadrasana I

Mentre espiri, fai un affondo all’indietro e gira il piede posteriore di 45° verso l‘esterno. Piega il ginocchio anteriore fino a quando non si trova sopra la caviglia e la coscia è parallela al suolo. Ora, inspirando, stendi entrambe le braccia verso il cielo, con i palmi rivolti l‘una verso l‘altra. Le spalle si abbassano, lo sguardo è rivolto verso l‘alto. Tieni la posizione per diversi respiri e non dimenticare di cambiare lato: questa volta l‘altra gamba fa l‘affondo all‘indietro.

 

 

 

Station
8

Te lo aspettavi? Questa posizione comporta che muscoli e nervi siano compressi da un lato del corpo ed allungati dall‘altro. Questo ha un effetto positivo sulla loro funzione e, soprattutto, sulla digestione, con un effetto rinvigorente e ringiovanente.

 

Torsione seduta I

Ardha Matsyendrasana I

Con la successiva inspirazione, stendi entrambe le braccia verso l’alto. Mentre espiri, gira delicatamente il busto verso destra e metti la mano destra vicino alle natiche. Nel frattempo il gomito sinistro preme sulla parte esterna del ginocchio piegato.  Gira leggermente la testa sulla spalla sinistra, il mento sullo sterno e mantenere la posizione per qualche respiro. E poi? Cambia lato!

 

Torsione seduta II

Ardha Matsyendrasana II

Siediti sui talloni e lascia che le natiche scivolino verso il lato sinistro, fino a poggiare entrambe a terra. Ora alza la gamba destra e mettila vicino al ginocchio sinistro. Se ora la posizione è stabile, puoi eseguire la rotazione esattamente come descritta nella Torsione seduta I. Goditi qualche respiro profondo in questa posizione e cambia lato.

 

 

 

Station
9

È ora tempo di quella che, probabilmente, è la posizione yoga più famosa. E a ragione: questo asana impegnativo allunga la parte posteriore del corpo, riduce la rigidità e allo stesso tempo rilassa. Ma soprattutto, allena la resistenza. Mettiti in posizione a quattro zampe e vai.
Prithvi Mudra

Energia: Terra
Mantra: OM
Compito: Guarigione

 

Posizione del cucciolo estesa

Uttana Shishosana

Allunga in avanti le braccia sul pavimento in modo che le ascelle siano aperte. Le natiche devono rimanere sopra le ginocchia. Fai qualche respiro e senti la schiena che si allunga.

 

Posizione del cane

Adho Mukha Svanasana

Posa le mani saldamente a terra e spingete i glutei all’indietro verso l’alto, in modo che la pancia si avvicini alle cosce. Tieni le ginocchia leggermente piegate, i talloni non devono raggiungere il pavimento. Allarga le scapole e guardati tra i piedi. Respira profondamente.

 

Verticale sulla testa

Shirshasana

Posiziona la parte superiore della testa e gli avambracci a terra. Le dita sono incastrate e sostengono la parte posteriore della testa. Ora sgranchisci le gambe e cammina verso la testa. È importante che gli avambracci siano sempre premuti con forza a terra terreno. Quando i glutei sono sopra le spalle, tirate le ginocchia verso lo stomaco, senza oscillare, con l‘aiuto dei muscoli. Nell‘ultimo passaggio, apri le anche e sgranchisci le gambe.

 

 

 

 

Station
10

Alla fine della pratica segue un rilassamento profondo, sotto forma di meditazione finale. Gli ormoni dello stress si riducono e vengono rilasciati gli ormoni della felicità. Riposa ora mentre tutti i tuoi chakra sono in equilibrio.
Prithvi Mudra

Energie: Erde
Mantra: OM
Compito: la completezza


Posizione del morto

Savasana

Sdraiati sulla schiena sopra la piattaforma di legno di fronte a te e rilassati. Le braccia sono a poca distanza dal corpo, i palmi delle mani sono rivolti verso il cielo e le gambe sono leggermente aperte. Chiudi gli occhi e lascia vagare il pensiero. Rimani in questa posizione per circa 30 respiri. Apri poi gli occhi e sentite l‘energia. Torna alla posizione iniziale, saluta e torna al qui ed ora.

 

Posizione del loto

Padmasana

Se questo asana ti è familiare, puoi anche meditare nella posizione del loto: la cupola di roccia è particolarmente adatta per questo. Rimani in questa posizione per almeno 30 respiri e completa la pratica. Usa l‘ultima parte del sentiero per congedarti e tornare al qui ed ora.

 

L’idea.

Veniamo alle presentazioni: Lei è Anja Krois, amante del movimento, specialista diplomata in Spiraldynamik® e anche scienziata sportiva. Anja, però, è soprattutto un’insegnante
di yoga con molto cuore e passione.

Per questo motivo ha sostenuto attivamente la cabinovia di Bad Kleinkirchheim con la sua esperienza, introducendo un diverso modo di divertirsi con il concetto di Mountain Yoga Trail. Anja ha creato qualcosa di unico, dalla prima all’ultima stazione, per donarci una maggiore consapevolezza nella vita di tutti i giorni o per vivere una piacevole pausa. E questo per ogni livello di preparazione.

Ti piace lo yoga adesso? Anja insegna nel suo studio yoga da anni ed è sempre felice di accogliere nuovi studenti e yogi motivati. Per saperne di più:
www.yogainmotion.at

Parco attivo
Impianti aperti
Prezzi a orari di apertura
Terme Römerbad
Webcams